Art Director

Paola Zucchini, artista marchigiana, nasce a Potenza Picena, un paese dal grande patrimonio storico-culturale situato sulle colline che sorgono sopra il mare Adriatico. Cresce in un ambiente ricco di stimoli multiculturali da padre italiano e madre tedesca. Sin da bambina si avvicina a tutte le forme artistiche iniziando lo studio delle arti figurative e del pianoforte. A 14 anni si iscrive all'Istituto Statale d'Arte "G. Cantalamessa" di Macerata nella Sezione di Metalli e Oreficeria dove è allieva, tra gli altri, di Reali e Catalini. Diventa prima maestra orafa e successivamente si diploma in Design d'Arte applicata. Si trasferisce a Firenze dove frequenta l'Accademia di Belle Arti, diplomandosi con il massimo dei voti in scultura, discutendo una tesi su Kandinsky e la pittura del Novecento. Qui, a contatto con i maestri Donato Bianco, Vincenzo Bianchi, Stefano Patti e altri ottimi insegnanti, apprende le tecniche tradizionali pittoriche e scultoree, ma anche la modernità e il fermento dell'arte italiana di quegli anni. A Firenze, Paola matura e perfeziona le proprie capacità tecniche, coniugandole soprattutto con la pittura figurativa. Il suo intento è continuare quella tradizione pittorica classica propria della scuola italiana, contestualizzandone l'essenza artistica nella modernità contemporanea delle arti figurative. Inizia così un proprio percorso personale di rinnovamento della pittura figurativa tra il sogno metafisico e l'iperrealismo della sua eccellente tecnica pittorica. Terminata l'Accademia, divide il suo tempo tra la famiglia, l'attività commerciale che svolge con passione e competenza e il lavoro di modellista per varie aziende nel settore argentiero; rappresenta temi religiosi e figurativi, che le faranno approfondire tutte le tecniche del bassorilievo. Dopo questa esperienza, si avvicina al colore appassionandosi a un'arte aperta che si trasforma ogni giorno. Inizia dalla scultura ma trionfa nei colori, nella luce dei metalli, dell'oro. Si esprime nel figurativo di sensuali forme femminili in un modo tradizionale fatto di studio e di tanto lavoro. Ricorrono prospettive certe e definite che, tuttavia, mai smarriscono l'idea iniziale, la fantasia fatta spesso di bellezze con i capelli fluttuanti, figure oniriche caste ma sensualissime. Un altro tema che ricorre nelle sue opere è l'infanzia, che sembra essere riflessiva, piena di un sapere misterioso, segreto e remoto, quasi mistico. Alberi, natura, donne, bambini, costruiscono i suoi mondi di fiaba sospesi in un’irrealtà che si fa costantemente realtà, muta, sfugge e comunica attraverso silenziosi messaggi; un'arte che trionfa nella meticolosità tecnica, ma che sa suscitare nell’osservatore profonde riflessioni sui temi eterni. Produzione artistica e riconoscimenti. Paola Zucchini espone in personali e collettive a Firenze, Roma, in varie località della sua regione sino a giungere a Los Angeles e a Sacramento nella prestigiosa California State University of Arts. Con le sue opere è ospite del Festival Nazionale della Comunicazione e del Design artistico di Civitanova Marche, nell'ambito della Fiera Internazionale sulla carta "Cartacanta". È stata scelta, su oltre 800 partecipanti, tra gli artisti meritevoli di segnalazione speciale al Premio Internazionale di arti figurative "Artemisia". Esposizioni recenti: - personale presso la Sala comunale delle esposizioni ‘Foresi’ di Civitanova Marche con il patrocinio dell’Amministrazione; - collettiva nella città di Fermo insieme ad artisti del calibro di Sandro Trotti e Sandro Pazzi; - manifestazione "Arte in Villa" Porto S.Elpidio; - I Biennale d'Arte internazionale "Sergio Graziosi" nella città di Montecosaro, organizzata dall'Associazione Sergio Graziosi e dal Centro d'arte e cultura Verum; - partecipazione nell’ambito della manifestazione Calici D' Arte alla collettiva nel complesso Agostiniano di Montecosaro. (novembre 2014) - partecipazione alla Rassegna Internazionale d’arte " Ligures" organizzata dall’Associazione Verum dove si è aggiudicata il Trofeo Ligures. (marzo 2015) - In occasione della prima del film di Mario Martone su Giacomo Leopardi Il giovane favoloso una sua opera è stata scelta dal critico Pio Monti per rappresentare la poesia Alla luna. (Recanati, ottobre 2014). ArtOttica è una realtà innovativa, un’originale forma di espressione artistica che nasce nelle Marche e si propone come un’esperienza unica nella provincia di Macerata e su tutto il territorio dell’ Adriatico. ArtOttica è uno spazio polifunzionale dove si incontrano e si mescolano le più diverse concezioni dell’arte classica e contemporanea e dell’ espressione umana. - La missione culturale- Due gli obiettivi primari che animano il progetto: - da una parte la galleria si pone come uno spazio aperto, attento e competente nella promozione di giovani artisti nazionali e internazionali. L’ attività espositiva è il frutto di un lavoro di ricerca artistica perseguito attraverso ogni mezzo espressivo proveniente dalle arti visive: la pittura, la scultura, il disegno, la fotografia, l’ arte multimediale, le grandi installazioni contemporanee. È uno spazio alternativo, all’avanguardia che offre la possibilità ai nuovi talenti emergenti e agli artisti affermati di testimoniare la propria arte e, in definitiva, la personale visione del mondo. - dall’altra, la galleria si presenta come un polo culturale volto alla valorizzazione del patrimonio storico e culturale del proprio territorio. All’interno di un ampio spazio espositivo è possibile avvicinarsi all’arte medievale, rinascimentale, barocca, ai grandi artisti dell’ottocento e del novecento italiano.

Follow me :

Facebook / Twitter

 

Glasses Fashion Shoot

Opere / Paola Zucchini